Cerca nel sito 
 
Search
Notizie

Operativi i contratti di rete “firmati digitalmente”

Con l’emanazione del decreto MISE del 7 gennaio 2015 si completa l’iter che rende possibile la stipula, senza intervento notarile, dei contratti di rete d’imprese senza soggettività giuridica (reti-contratto).

Attraverso le procedure operative definite dal recente decreto, infatti, due o più imprenditori possono costituire una rete-contratto stipulando un contratto conforme al modello standard definito dal decreto del Ministero della Giustizia n. 122 del 10 aprile 2014, firmandolo digitalmente ai sensi dell’art. 24 CAD e trasmettendolo, per la registrazione, al competente ufficio del Registro delle Imprese. Il controllo sul contratto, in assenza del coinvolgimento del notaio, è garantito, nel caso di specie, dalla rispondenza dello stesso al modello standardizzato.

Il contratto di rete “firmato digitalmente” senza intervento notarile può prevedere l’eventuale presenza di un organo comune (collegiale o monocratico), l’eventuale istituzione di un fondo patrimoniale, l’indicazione di clausole di modifica maggioritaria e di recesso. Per il riconoscimento della soggettività giuridica (e, quindi, la costituzione di una rete-soggetto) resta tuttavia necessario l’intervento notarile.